Le serate dl’academia – Cantina del prete – Frontino

📅 venerdì 31 luglio
🌄 Le serate dl’academia
ore 21:00

“L’Academia dla pula” presenta il primo di una serie di incontri sulle specie di piante spontanee e coltivabili del territorio di Frontino, storie e curiosità, aspetti gastronomici.

Imparare a conoscere le piante del territorio per coltivarle e raccoglierle al momento giusto, per scoprire le loro proprietà medicinali ed i possibili usi terapeutici attraverso gli studi scientifici e le conoscenze popolari, per capire quali poter utilizzare in cucina.

Relatori della serata:

Antonio Santini, esperto di botanica, agronomia e tecniche di coltivazione, titolare del vivaio “Il Sorbo” di Montefiorentino

Alberto Allegretti, dottore in farmacia, consulente scientifico esperto di chimica farmaceutica delle piante e delle loro proprietà terapeutiche

Per info: 348 4525474 (tel. o whatsapp)

Pro Loco Frontino

Nel territorio dei Montefeltro, arroccato su uno sperone che domina la suggestiva valle del Mutino e al cospetto del monte Carpegna, Frontino è il più piccolo Comune della Provincia di Pesaro e Urbino ed è inserito nel Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello, da scoprire attraverso i numerosi sentieri e anche grazie al Parco faunistico in località Pian dei Prati, che presenta la fauna tipica della zona.
Da non perdere, il castello di Frontino, caratteristico e suggestivo con strade e piazze lastricate di ciottoli del Mutino, con la Torre civica e il Torrione, sentinelle a presidio delle mura castellane.
Il Museo F. Assetto che ospita numerose opere dell’artista torinese precursore della pop art, che ha anche donato al paese la caratteristica fontana nella piazza situata a nord.
Il convento francescano di Montefiorentino, immerso nel verde e tra i più grandi delle Marche, al cui interno spicca la cappella dei Conti Oliva. Il mulino di Ponte Vecchio, recentemente restaurato, che ospita il Museo del pane e un locale dove poter degustare e acquistare i prodotti tipici del territorio.
Il monastero di San Girolamo del 1500 oggi destinato al turismo, è un’oasi di tranquillità, tra querce secolari.