I comuni del parco

Piazza Conti, 18 - Cap 61021

Tel. 0722/727065 Fax 0722/727065

e-mail comune.carpegna@provincia.ps.it

sito ufficiale

 

Dalle ramificazioni della grande Famiglia dei Carpegna, provenivano i Montefeltro, i Malatesta e i della Faggiola. Siamo nel vero cuore di quelle signorie che hanno così impreziosito di storia, di arte e di cultura questo territorio. Dante stesso li ha resi immortali nella Divina Commedia e il Palazzo testimonia ancor oggi la loro grandezza, con la sua eleganza in cui rivive il periodo del Bernini e del Borromini: imperiale e solenne nella sua bellissima pietra grigia; segreto e inaccessibile, con i suoi sotterranei che durante l'ultima guerra hanno difeso dalle razzie tanti capolavori d'arte confluiti qui dai musei dai musei e dai palazzi più importanti d'Italia.

Tutta la piccola città è piena di verde e di magia. Il paese è attrezzatissimo per soddisfare le richieste dei turisti, oltre alle innumerevoli infrastrutture sportive che ne fanno meta ideale per i ritiri di squadre blasonate, è dotato di 4 grandi parchi perfettamente attrezzati, con giochi, panchine, gazebi, ecc. La ricettività è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza, si va infatti da alberghi con piscina, idromassaggio, rof garden, a case per ferie e campeggi attrezzati con tutte le più moderne infrastrutture per rendere gradevolissimo il soggiorno. Durante il periodo estivo, oltre alle innumerevoli manifestazioni di valenza regionale e nazionale viene fornito un servizio di animazione open-village e spin-club che fanno di questa località la meta ideale per le vacanze delle famiglie.

A tavola: 7 ristoranti e pizzerie dalla cucina tipica sono in grado di soddisfare, con i prodotti locali, i più raffinati palati.

 

In evidenza:

  • Palazzo dei Principi di Carpegna
  • Fontana dell'antico sepolcro
  • Castellaccio, antico castello di Arimanni
  • Chiese e Pievi con affreschi e tele di pregio
  • Pieve di Carpegna
  • Lago per pesca sportiva
  • Escursioni naturalistiche nel Parco Regionale del Sasso Simone e Simoncello
  • Prosciutto di Carpegna

C.so Giovanni XXIII CAP- 61020

Tel. 0722/71131 – Fax 0722/710008

E-mail: comune.frontino@provincia.ps.it

Sito ufficiale Sito turistico

 

Frontino, un tempo solitario e battagliero castello di confine del Montefeltro, è ai piedi del Sasso Simone e Simoncello, a due passi dalla Massa Trabaria. Protetto alle spalle dal monte Carpegna, guarda la valle del fiume Mutino, le cui pietre lastricano le sue strade interne. Le stesse pietre con cui sono state erette bellissime torri, quelle lavorate da Franco Assetto, il grande artista, che l'ha molto amato, tanto da lasciare le sue opere al Museo, che prende nome dallo stesso. Il rigore e il candore del luogo si sposano all'aria fresca e al silenzio della montagna, animato solo dal fruscio di grandi querce secolari, come ricordava Carlo Bo, che qui ha voluto il Premio Nazionale di Cultura Frontino-Montefeltro. Preziose opere d'arte del Barocci, del Santi, del Vivarini, di Simone Ferrucci e altri, espresse in pittura, intarsio, architettura, si possono qui ammirare. Il Convento francescano di Montefiorentino, con la Cappella Oliva , gioiello e scrigno del rinascimento; l'Eremo di San Girolamo, il Pallazzo Vandini con sotterraneo a volta a crociera, anticamente collegato da un camminamento-galleria al Mulino d'acqua trecentesco, che riforniva di farina e pane il castello. Queste antiche strutture sono oggi in gran parte adibite a suggestive dimore ricettive, idonee ad accogliere turisti. Ancora oggi queste campagne con ripidi pendii e fra massi di calcare, ci danno cereali e farine artigianali; erbe aromatiche e officinali; frutti di antiche specie; terra da sogno di saperi e sapori, legati alla tradizione, oralmente trasmessa da lontani tempi. Bellissimi scorci panoramici, vista su un orizzonte senza fine, sui monti della Luna, del Nerone, del Catria, dello Strega, del San Vicino, ma anche su piccole valli e borghi, che sono un incanto: suggeriamo di conoscerli a fondo.

 

In evidenza:

  • Fontana - Scultura d'acqua di F.Assetto
  • Palazzo Vandini
  • Torri e mura
  • Antico mulino ad acqua
  • Eremo di San Girolamo
  • Convento di Montefiorentino
  • Museo 'Franco Assetto'
  • Premio 'Frontino Montefeltro'

Piazza San Michele Arcangelo, 9 – Cap 61014

Tel. 0722/78106

E-mail: comune.montecopiolo@provincia.ps.it

Sito ufficiale

 

Proprio al di sotto del monte Carpegna, Montecopiolo, circondata da cime che da un lato si rincorrono in grandezza e dall'altro degradano fino al mare, era anticamente sede di un bellissimo castello distrutto dai Medici all'epoca delle grandi Signorie, del quale rimangono evidenti preesistenze attualmente oggetto di recupero e valorizzazione

In splendida posizione geografica, Montecopiolo è situato all'interno dell'Ente Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello, a due passi dal mare e dalle località storiche di Urbino, San Leo, San Marino ben visibili dalle sue suggestive alture. Una fra tutte, la naturale terrazza del monte Montone, che ha dato luogo al parco faunistico, ricco di lussureggiante vegetazione, di fauna, corsi d'acqua e cascate.

Villagrande, capoluogo del Comune di Montecopiolo e villaggio turistico ideale per vacanze estive e invernali è accanto al centenario faggeto di Pianacquadio, unico in Italia. Molte e diverse le strutture sportive: per il tennis, il nuoto, il jeep-cross, lo sci d'erba, le scalate libere, la pesca, lo sci e la motoslitta.

Da ricordare anche le feste e le fiere millenarie, come quella del bestiame di Pugliano, sinonimo di una cucina tipica a base di carne e ottimi salumi.

 

In evidenza:

  • Parco Faunistico Monte Montone
  • Eremo della Madonna del Faggio
  • Villaggio di Santa Rita e Villaggio del Lago (residence, impianti sportivi estivi e invernali)
  • Faggeto di Pianacquadio
  • Fiera del bestiame di Pugliano (tutti i lunedì di settembre)